Milano, Biscardini: Olimpiadi 2026, Navigli 2026

“Grande soddisfazione e orgoglio per la designazione di Milano sede delle Olimpiadi 2026, entro quella stessa data si possono riaprire i Navigli a Milano”. Lo ha dichiarato Roberto Biscardini a nome dell’Associazione Riaprire i Navigli che ha aggiunto: “La scadenza delle Olimpiadi 2026 ci dà una motivazione in più per riaprire i Navigli entro quella stessa data. Tutti i turisti che verranno a Milano potranno trovare così i nuovi Navigli, simbolo della capacità di Milano di rinnovarsi come città ambientale ispirata alla sostenibilità. E per le Olimpiadi ci sarà una nuova Milano, diversa e ancora migliore di quella di Expo. Non è impossibile! Basta definire subito un programma delle cose da fare. Predisporre un progetto definitivo, un piano di fattibilità finanziaria entro un anno e iniziare i lavori subito dopo. Se il progetto è ben definito e il piano finanziario anche, non c’è opera pubblica al mondo che non si possa realizzare in tre anni, basta vedere cosa succede in altri paesi europei. (Anche il passante di Zurigo, per esempio, ben più imponente della riapertura dei Navigli, è stato realizzato in tre anni, avendo chiara la disponibilità di tutti i fondi).


Per quanto riguarda le risorse, bisogna da subito chiamare all’appello investitori e sponsor privati. A Milano si prevede che entro il 2034 siano investiti 21 miliardi in attività edilizie ed altrettanti in attività indotte. Basterebbe un’efficace negoziazione con questi operatori per consentire al Comune di recuperare le risorse necessarie per realizzare i Navigli. A queste si possono aggiungere gli investimenti sempre in crescita nel settore turistico e non ultimo parte dei ricavi derivanti dalle stesse Olimpiadi 2026. Milano, per realizzare i Navigli in tempi rapidi e senza pesare sulla finanza pubblica, deve utilizzare il trend di crescita che sta conoscendo in questi anni, non bisogna lasciarsi scappare questa occasione. E non dimentichiamoci che, a fronte dei miliardi in investimenti immobiliari, il costo complessivo dei Navigli non supera complessivamente 400 milioni”.