Milano, alla scoperta dell'Egitto

Milano – Quest'anno le Stelle al Merito Sociale, promosse dall’associazione non-profit Cultura&Solidarietà sono state un'appuntamento più internazionale del solito, grazie anche alla partnership con l'Ente del Turismo Egiziano. Una nona edizione, quella dello scorso 23 ottobre al Teatro dal Verme di Milano, che si èconfermata come momento unico di confronto e di riconoscimento per tutti coloro che contribuiscono alla crescita sociale e al benessere delle popolazioni, spesso in modo sommesso.

“Tutti gli anni l’apertura della giornata è dedicata a un convegno che tocca nel vivo le problematiche socio-economiche. Quest’anno si caratterizza per l’attenzione particolare che abbiamo voluto dare al giornalismo d’inchiesta, spesso minacciato, da chi è ritenuto scomodo e d’intralcio ad interessi inconfessabili o semplicemente a difesa del familismo o della negazione del merito”, ha dichiarato Francesco Vivacqua, Presidente di Cultura&Solidarietà: “Ecco giornalisti di diversa provenienza ed esperienza hanno aderito a confrontarsi su un argomento così delicato e importante per la stessa tenuta della democrazia, della uguaglianza, della solidarietà e della dignità delle persone. Parafrasando Stefano Rodotà, siamo considerati i promotori della Solidarietà come utopia necessaria”.

Per quanto riguarda il conferimento delle Stelle al Merito Sociale la Direttrice generale, Nadia Mazzon, ha voluto sottolineare come “la Giuria, questo anno abbia trovato buone ragioni per scegliere più donne delle scorse edizioni. Un riconoscimento dell’impegno costante del genere femminile e un buon segno sulla direzione che la società italiana ha intrapreso”.

Particolarmente significativa la premiazione del più grande egittologo vivente, l'archeologo Zahi Hawass, che ha anche tenuto una lectio magistralis presso il Circolo Cobianchi di Milano. “La visita del professor Hawass ci onora e ci aiuta nella diffusione dei valori alla base della nostra missione, promuovere la cultura e solidarietà”, ha sottolineato Francesco Vivacqua: anche perché “l’Egitto è un Paese al quale tutti dobbiamo qualche cosa, fa parte della storia di ciascuno di noi e merita di essere raccontato e scoperto con il suo carico di tradizioni, bellezza naturali e storia millenaria. Per questo ringrazio l’Ente del Turismo Egiziano in Italia che ci ha voluto affiancare”.

“Sono lieto che un testimonial d’eccezione come Zahi Hawass, noto egittologo ed archeologo, sia stato premiato con la Stella al Merito Sociale per la sua capacità di innovare la ricerca sull’antica civiltà egizia e per la sua passione nel divulgare i tesori del nostro Paese in tutto il mondo”, commenta Emad Fathy Abdalla, Direttore dell’Ente del Turismo Egiziano. “Colgo l’occasione per ringraziare Francesco Vivacqua, Presidente di Cultura&Solidarietà, e tutti coloro che con il proprio lavoro hanno trasformato questa manifestazione in una delle più importanti nell’ambito dell’impegno sociale. Ci auguriamo che questa iniziativa permetta ad un pubblico sempre più vasto di conoscere ed apprezzare il patrimonio culturale e paesaggistico dell’Egitto così come i valori e la tradizione millenaria della terra dei Faraoni”. All’evento hanno partecipato anche l’Ambasciatore Ihab Aboserie, Console Generale d’Egitto Milano, il direttore dell’ente del turismo egiziano in Italia Emad Fathy Abdalla, accompagnato dall’ambasciatore d’Egitto in Italia, Hisham Badr e da Hisham El Demery, chairman dell’Egyptian Tourism Promotion Board.

Cultura&Solidarietà è un’Organizzazione non-profit, fondata nel 2010 con l’obiettivo di promuovere e sostenere qualsiasi espressione della Cultura nell’ ambito dell’arte, dell’archeologia, della musica, del teatro, del cinema e delle arti visive in genere.

L’Ente del Turismo Egiziano

L’Ente del Turismo egiziano è stato fondato nel marzo del 1981, per ordine del decreto presidenziale No. 134 che approvava una raccomandazione del Ministro del Turismo. L’Ente si dedica alla promozione dell’Egitto come destinazione turistica di prima classe, in linea con la crescita del marketing turistico come disciplina autonoma e l’emergere di nuovi strumenti di promozione turistica. L’Ente ha risposto alla crescente concorrenza nel settore dei viaggi e del turismo attraverso l’adozione di una configurazione avanzata, in grado di agire in modo dinamico. L’assunzione di questa struttura è dovuta al crescente numero di nuove attraenti destinazioni e di compagnie aeree a basso costo e agli enormi progressi compiuti dall’industria delle compagnie aeree.