Un pensiero dai social...

Nella giornata dedicata alla Festa del lavoro voglio dedicare un pensiero a tutti coloro che anche oggi fanno il loro dovere senza che ci si ricordi di loro: medici ed infermieri, vigili del fuoco e poliziotti, tecnici ed artisti televisivi, giornalisti, ristoratori, agricoltori, coloro che consentono l'apertura straordinaria di musei e siti archeologici... e tanti altri che temo di aver dimenticato. Sono orgogliosa per i tanti che, pur non avendo lavoro, non smettono di provarci mettendoci volontà, coraggio, voglia di fare, spirito di adattamento verso nuove direzioni e professionalità, spirito di inventiva e innovazione... Voglio invece indirizzare un sincero vaffanc... a chi non fa nulla ma critica tanto, ai lagnosi che si lamentano ma aspettano la pappa pronta, ai superbi che "io faccio solo il lavoro per il quale ho studiato, altrimenti non faccio nulla" , a quelli che vivono di parassitismo e che sono sempre pronti all'autoindulgenza "non sono io incapace, è il mondo che c'è l'ha con me". Ps: Non sono un'estimatrice di Grillo... solo che noi milanesi abbiamo il vaffanc... facile quando ci girano!